Sede - Complesso Bandistico 'G. Rossini' Chiusa Sclafani (PA)

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sede

"ASSOCIAZIONE BANDA MUSICALE DI CHIUSA SCLAFANI G. ROSSINI”
Via San Vito sn, C.A.P. 90033 - Chiusa Sclafani (PA)
Partita IVA 03605430820 - Cod. Fisc. 92000920824

PRESIDENTE:

Passalacqua Matteo

SEGRETARIO:

Pollichino Marisa

RESP. GUARDAROBIERE:

Mogavero Salvatore

CAPO BANDA DISCIPLINARE:

Bondì Francesco

VICE PRESIDENTE:

Giannetto Gianni

TESORIERE:

Giglio Vincenzo

CAPO BANDA ARTISTICO:

Bivona Innocenzo

“ASSOCIAZIONE BANDA MUSICALE
DI CHIUSA SCLAFANI G. ROSSINI”

Tutti gli associati facenti parte del corpo musicale dovranno sottostare al seguente regolamento espresso in articoli.

Art. 1 Spetta al consiglio direttivo di:

  • Deliberare sulle domande di ammissione dei soci;

  • Proporre all’Assemblea l’esclusione dei soci per morosità e indegnità, in conformità a quanto stabilito nello statuto       e nel presente regolamento interno, con possibilità al socio di un contraddittorio;

  • Assumere le deliberazioni in merito al comportamento dei soci aderenti durante l’attività sociale;

  • Adottare gli eventuali provvedimenti disciplinari verso i soci, che si dovessero rendere necessari;

  • Redigere il regolamento dell’Associazione;

  • Redigere il rendiconto preventivo e consuntivo da sottoporre all’assemblea, curare l’ordinaria amministrazione;

  • Fissare la data delle Assemblee ordinarie dei soci; convocare L’assemblea straordinaria qualora lo ritenga necessario o sia richiesta dai soci;

  • Programmare l’attività dell’Associazione rispettando le direttive dell’Assemblea e le finalità dell’Associazione;

  • Tutte le programmazioni artistiche musicali saranno valutati dal M° Direttore il quale si riserva di apportare tutte quelle modifiche che servono a migliorare il senso artistico e la serietà professionale del complesso bandistico.


Art. 2 Il Presidente dirige l’Associazione e ne è il legale rappresentante. Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in caso di sua assenza o impedimento temporaneo, ed in quelle mansioni nelle quali è espressamente delegato dallo stesso.

Art. 3 Il Segretario, cura l’esecuzione delle deliberazioni del Presidente, del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea, redige i verbali delle riunioni. Provvede alla conservazione delle proprietà dell’Associazione ed esegue i vari mandati del Consiglio Direttivo

Art. 4 Il Cassiere, cura la regolare tenuta della contabilità e dei relativi documenti, prepara il rendiconto preventivo e consuntivo, la relazione sullo stesso e sottopone tutto al Consiglio Direttivo. Regola il criterio dei compensi a titolo di rimborso spese che, proporrà all’inizio di ogni anno al Consiglio di Amministrazione.

Art. 5 Il Capo Banda eletto dall’Assemblea dei Soci facenti parte del Corpo Bandistico, deve avere un rapporto leale e di fiducia nei confronti di tutti i Musicanti. Il Capo Banda ha l’obbligo di fare rispettare scrupolosamente le regole che gli Organi Competenti decideranno di approvare, dovrà vigilare sulla disciplina; richiamare ed inquadrare la banda durante qualsiasi servizio. In assenza del M° Direttore potrà scegliere il marciabile più adatto da eseguire, a secondo le circostanze che si presentano durante il servizio da prestare. Sarà insieme al Presidente e al Maestro l’unico Delegato ad avere contatti con i Comitati Organizzatori e a prendere decisioni sul servizio da svolgere.

Art. 6 Tutti gli associati durante i servizi musicali dovranno attenersi alle decisioni del Maestro e del Capo Banda.

Art. 7 Ogni singolo musicante è tenuto a presentarsi ai servizi musicali puntuale e in ordine con la divisa; in caso contrario sarà obbligato a pagare una penale di Euro 3,00.

Art. 8 La divisa e tutti gli accessori che fanno parte della divisa vengono consegnate al musicante una sola volta, in caso di smarrimento o danni, il Musicante dovrà provvedere al ricambio a proprie spese.

Art. 9 I componenti del Corpo Bandistico sono obbligati a partecipare gratuitamente ai funerali dei Soci Musicanti dell’Associazione, dei genitori, moglie/marito, figli dell’associato. Gli stessi inoltre dovranno intervenire puntuali e in ordine con la divisa, muniti di strumento, anche se la banda sfilerà senza suonare. In caso contrario o di assenza si dovrà pagare una penale di Euro 25,00.

Art. 10 Il libretto che sarà affidato a ogni musicante è di proprietà dell’Ass. Bandistica G. Rossini.

Art. 11 Ogni musicante è responsabile del libretto affidatogli; in caso di smarrimento o di manomissione, sarà obbligato a pagare una penale pari al doppio della somma dovuta per il rifacimento del libretto.

Il musicante che si dovrà assentare dal servizio, o dovrà mancare per un lungo periodo, deve consegnare il libretto direttamente al Maestro o suo delegato, almeno tre giorni prima dell’assenza. I musicanti non residenti, devono consegnare il libretto a fine servizio.

Art. 12 I musicanti che sono in possesso di strumenti di proprietà dell’associazione sono obbligati a mantenere lo strumento sempre in ottime condizioni e di non lasciarlo incustodito durante i servizi, in caso contrario dovranno pagare a proprie spese gli eventuali danni arrecati allo strumento.

Art. 13 I musicanti percussionisti che hanno in consegna strumenti di proprietà dell’associazione, sono obbligati di recuperare lo strumento personalmente e di riportarlo in sede dopo il servizio,

Art. 14 Il calendario delle prove sarà, stabilito all’inizio di ogni mese dal M° Concertatore. Si cercherà di andare incontro nel modo migliore ai musicanti per non ostacolare i loro impegni.

Art. 15 La presenza alla prova sarà compensata con un gettone a titolo di rimborso spese, l’entità della somma può variare e sarà stabilita all’inizio di ogni anno dal Presidente e dal Cassiere.

Art. 16 Il Maestro chiama l’attenzione di tutti i musicanti che è assoluto di parlare (anche sotto voce) durante lo svolgimento delle prove di banda. Il musicante deve tenere un comportamento artistico irreprensibile, tale da non disturbare il lavoro di se stesso e quello che il Maestro svolge nell’interesse artistico generale del Corpo Bandistico. La Banda dovrà svolgere il proprio lavoro solamente nel senso costruttivo puntando tutto sulla qualità, serenità, e crescita artistica d’alto livello.

ALLIEVI


Art. 17 Gli allievi della Scuola di Musica che dovranno far parte del Complesso Bandistico e dell’Associazione stessa; devono presentare al Presidente dell’Associazione “G.Rossini” una domanda in carta semplice a loro firma e/o di un genitore se minorenni. Nella domanda deve essere specificato il grado d’istruzione, e gli studi musicali compiuti.

Art. 18 Gli allievi per essere ammessi, saranno sottoposti ad un esame preliminare atto a saggiarne la preparazione. La commissione esaminatrice sarà composta da tre diplomati di strumento a fiato, dal Maestro Direttore e dal Presidente dell’Associazione. I diplomati facenti parte della commissione sono nominati dal Consiglio Direttivo, dopo aver esaminato la domanda d’ammissione.

Art. 19 In caso di mancata promozione gli allievi avranno la possibilità di ripetere l’esame dopo almeno sei mesi.

Art. 20 In caso di promozione gli allievi saranno ammessi a far parte del Complesso Bandistico in prova almeno 12 mesi, coloro che nell’arco dei 12 mesi di prova evidenziassero scarsissimo interesse e profitto saranno allontanati dal Corpo Bandistico.

Durante i mesi di prova, il compenso a titolo di rimborso spese di ogni singolo associato in prova, sarà stabilito dal Consiglio di Amministrazione.

Gli allievi musicanti dovranno obbligatoriamente continuare lo studio dello strumento, finche sarà raggiunta una preparazione musicale solida ed una lettura a prima vista sicura.

Per quanto non citato nel presente regolamento si rifà allo Statuto dell’ “Associazione Banda Musicale di Chiusa Sclafani G. Rossini”.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu